MARCHETTI (LN): “FICOBUS, UN VERO FLOP MA IL PD FINGE DI NON SAPERLO: LE NAVETTE SE LE DEVE PAGARE FARINETTI, NON I CITTADINI”

“E’ scandaloso, anzi diabolico come vuole l’adagio, che il Pd perseveri nel fingere che Ficobus, il servizio navetta che collega la stazione ferroviaria al parco alimentare Fico (Fabbrica italiana contadina) continui ad essere attivo nonostante, nei numeri, abbia già dimostrato di essere un flop. Un flop, sia chiaro, finanziato con fondi pubblici e, dunque, dei cittadini. Pertanto la Risoluzione, a firma Pd, approvata oggi in assemblea legislativa, che mantiene in vita Ficobus è un inno allo spreco dei soldi pubblici”.

Così il consigliere della Lega Nord, Daniele Marchetti, che spiega: “I “Ficobus” sono normalmente, pressoché deserti mentre, al contrario, sono molto utilizzati negli orari di punta gli autobus ordinari che collegano il centro città, in particolare la stazione ferroviaria centrale con la Fiera e, proseguendo, il parco alimentare. Nei primi 47 giorni di attività (dal 15 novembre al 31 dicembre 2017), il servizio Ficobus ha effettuato oltre 3.200 corse (30 di andata e 30 di ritorno nei giorni feriali e 43 di andata ed altrettante di ritorno nei festivi e nel weekend), a fronte di, appena, 20.536 titoli di viaggio venduti. Il che significa che, mediamente su ogni corsa erano presenti 6 passeggeri. Tant’è che, se risulta evidente come il servizio di trasporto pubblico locale debba, in primo luogo offrire frequenti, adeguati e capienti collegamenti fra i punti di maggiore interessse ed attrazione della città, risulta altrettanto necessario evitare che moderni e capienti mezzi (quelli del Ficobus) risultino del tutto inutilizzati, a maggior ragione alla luce del significativo contributo accordato dalla Regione per il loro acquisto (il 70% del costo complessivo pari a oltre 3 milioni di euro)” attacca il consigliere del Carroccio.

“Si tratta di bus snodati nuovi di zecca, pagati da Tper e dalla Regione Emilia-Romagna. Non serve una laurea – sottolinea il consigliere del Carroccio – per sapere che con i biglietti venduti il servizio non è economicamente sostenibile. Pertanto sarebbe più opportuno fare pagare direttamente al patron di Fico e caro amico di Matteo Renzi, Oscar Farinetti, le spese necessarie per mantenere attivo il servizio Ficobus che, di fatto, fa comodo solo a lui” conclude Marchetti.