MARCHETTI (LN): “GUALMINI SPIEGHI AGLI IMOLESI PERCHE’ LE SUE POLITICHE METTONO SEMPRE PRIMA GLI STRANIERI”

Lunedì prossimo, 26 marzo, la vicepresidente dell’Assemblea legislativa nonché assessore alle Politiche abitative e di Welfare, Elisabetta Gualmini, sarà ospite a Imola dell’incontro “L’Emilia-Romagna apre la via per un nuovo welfare” dove interverrà per illustrare il nuovo Piano socio-sanitario della Regione.

“E’ sempre un onore per una città come Imola ospitare un profilo politico importante come quello di Gualmini, ed è davvero un peccato che non potrò essere presente, in quanto impegnato in un incontro programmato da tempo con le altre forze del centro-destra con le quali ci apprestiamo a prendere il Comune di Imola alle prossime amministrative di maggio. Tuttavia mi auguro che quello della vicepresidente dell’Assemblea legislativa non sia solamente una passerella elettorale travestita da incontro istituzionale su un tema importante e cruciale per la vita della nostra comunità quale è quello del Piano socio-sanitario”. Questo il benvenuto a Imola all’assessore Gualmini da parte del consigliere regionale della Lega Nord, Daniele Marchetti.

“Nell’incontro di lunedì prossimo – spiega il consigliere del Carroccio – mi auguro che la vicepresidente Gualmini possa illustrare in modo chiaro e dettagliato ai cittadini imolesi il perché le sue politiche siano puntualmente improntate al “prima gli stranieri”. Ribadisco il mio sommo dispiacere a non poter partecipare all’appuntamento in quanto sono ben curioso di sapere come Gualmini spiegherà agli imolesi che i contributi per gli affitti concessi dalla Regione nel Comune di Imola sono sempre finiti in gran parte in tasca a cittadini stranieri. Come spiegherà che il 50% delle case popolari assegnate nel 2017 è andato agli stranieri? Che il 58% del reddito di solidarietà erogato a Imola è andato in tasca a famiglie di immigrati? Oppure parlerà della parte sanitaria del piano, che trova delle solide basi in quella riorganizzazione della rete ospedaliera che depotenzierà sensibilmente il servizio sanitario a livello locale?” attacca Marchetti.

“Sarà un incontro davvero interessante, qualora Gualmini decidesse di dare risposte puntuali a questi interrogativi. Tuttavia, al rammarico di non poter partecipare, mi conforta la considerazione che in quelle medesime ore sarò a un incontro unitario tra le forze del Centro-destra e alcune Liste civiche per fissare gli ultimi tasselli del piano che, finalmente, strapperà il Comune di Imola alla sinistra sancendo la fine delle politiche razziste contro la nostra gente imposte sino ad oggi dal Pd” conclude il consigliere leghista.