MARCHETTI (LN): “IMOLA, OSPEDALE DI MONTECATONE: S.O.S. INFERMIERI”

“S.o.s. infermieri all’Ospedale di Montecatone: troppi, infatti, gli operatori sanitari che, avendo vinto altri concorsi, se ne sono andati senza essere sostituiti”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale della Lega Nord, Daniele Marchetti, che ha presentato oggi un’interrogazione alla Giunta di viale Aldo Moro per sapere “quante sono le professionalità che andrebbero assunte per consentire la piena copertura dell’attività del nosocomio?” e per verificare “se la direzione dell’ospedale abbia intenzione di risolvere questa situazione e con quali tempistiche”.

“Sto ricevendo – spiega il consigliere leghista – numerose richieste di intervento da parte di numerosi operatori sanitari della struttura, stremati dai turni massacranti, conseguenti alla carenza di personale di quella che, a tutti gli effetti, può essere considerata la principale struttura ospedaliera ad alta specializzazione del territorio regionale. Un punto di riferimento per la riabilitazione intensiva delle persone colpite da lesioni midollari e uno dei tre migliori centri regionali per la cura delle lesioni cerebrali”.

“Si tratta di richieste a fronte delle quali non si può fare orecchie da mercanti: Montecatone è una struttura gestita da una Spa, i cui unici soci sono l’Ausl imolese e il Comune di Imola, che non riceve finanziamenti diretti dalla Regione, ma che vive grazie alla propria attività” sottolinea il consigliere del Carroccio.

“L’Istituto di Montecatone, in altre parole, cammina con le proprie gambe. Tuttavia rischia, alla luce dell’attuale emorragia di personale, di aver necessità di un intervento straordinario da parte della Regione, per tornare all’operatività normale. Normalità che passa dall’immediata soluzione del problema della carenza di personale: a questo punto, chi risolverà il problema? Ci penseranno i soci (Comune di Imola e Ausl) o è necessario un intervento straordinario della Regione?” chiosa Marchetti.