MARCHETTI (LN): “SUPERBIKE A IMOLA: UN SUCCESSO. PECCATO PER LA FIGURACCIA MONDIALE DELL’UNICO BAGNO PUBBLICO FUORI SERVIZIO…”

“Il weekend appena concluso che ha visto Imola capitale mondiale delle due ruote per tre giorni, avendo ospitato la tappa italiana del Mondiale Suberbike, sarà purtroppo ricordata dalle decine di migliaia di turisti accorsi sul tracciato del Santerno anche per un inconveniente che può sembrare banale, ma che non lo è alla luce dell’imponente numero di appassionati che si è accalcato nella nostra città: il bagno pubblico della stazione è infatti rimasto off limits per tutto il fine settimana, poiché guasto”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale e capolista della Lega alle prossime elezioni amministrative imolesi in programma a giugno,Daniele Marchetti.

“L’ottimo afflusso di spettatori confluito a Imola per assistere alla gara di Superbike è un fatto sicuramente positivo per la nostra città che, però, almeno per quanto riguarda la stazione ferroviaria, una delle porte d’accesso di Imola, non si è mostrata molto efficiente. L’unico bagno della stazione della città infatti, automatizzato e a pagamento, per tutto il fine settimana è rimasto fuori uso – spiega il consigliere leghista, che rincara -: Non basta un cartello per scusarsi per il disagio creato, ovviamente la gestione della toilette presente in stazione non è di competenza comunale, ma se vogliamo candidarci sul piano internazionale come luogo per ospitare grandi eventi, dovremmo mettere in chiaro con tutti i soggetti coinvolti, RFI compresa, che la macchina organizzativa non si può permettere cose di questo genere”.

“Alcuni cittadini hanno lamentato che, a causa del non funzionamento del wc automatizzato, molte persone urinavano sulle scale che portano ai binari: un biglietto da visita non proprio bellissimo per il nostro territorio. In questi casi serve un piano B, come ad esempio dei bagni chimici. Purtroppo questa volta è andata così, ma credo che per il futuro sia opportuno pianificare meglio tutta la macchina organizzativa dell’evento” conclude Marchetti.