MARCHETTI E SCARANO (LEGA): “COMUNE DI BOLOGNA CONTINUA AD APPLICARE BOLKESTEIN AGLI AMBULANTI: LA LEGGE NON LO PREVEDE, COSA DICE LA REGIONE?”

“A questo punto l’ultima parola non può che spettare alla Regione: perché il Comune di Bologna continua ad applicare la direttiva Bolkestein, dopo che la Finanziaria 2019 licenziata dal Governo parla chiaro, ovvero che i piccoli ambulanti non debbono partecipare ai bandi per l’assegnazione delle “piazzole”?”

A chiederlo, in un’interrogazione alla Giunta di viale Aldo Moro, è ilconsigliere leghista Daniele Marchetti. “Applicare la Bolkestein agli ambulanti significa mandare in fumo le attività e gli investimenti di tantissimi piccoli commercianti, che si troverebbero costretti anche a dover far fronte a questo onere burocratico che, oltre ad essere oneroso, potrebbe – teoricamente – viziare la concorrenza di mercato visto e considerato che gruppi più strutturati verrebbero evidentemente agevolati nell’aggiudicazione dell’occupazione delle piazzole” spiega il consigliere.

Sul fatto che Palazzo d’Accursio stia applicando la direttiva europea, anziché attenersi alla Manovra dello Stato è intervenuta anche lacapogruppo leghista in consiglio comunale, Francesca Scarano: “Stiamo seguendo la questione bando per la Montagnola dagli inizi e condividiamo le legittime preoccupazioni degli ambulanti tant’è che abbiamo presentato a nome del gruppo Lega un’udienza conoscitiva per sapere dalla Giunta e dal settore competente gli sviluppi futuri sulle concessioni. Lavorare con questa ormai perenne incertezza e confusione non fa bene ad ambulanti storici della Montagnola che non hanno ceduto in questi anni nonostante la crisi e il degrado della zona”.