PONTE VILLA MINOZZO: DELMONTE (LEGA), LA REGIONE SOSTENGA LA PROVINCIA E SI FACCIA CARICO DELLA MESSA IN SICUREZZA DELL’INFRASTRUTTURA

“Non è più il tempo di aspettare. La Regione deve schierarsi al fianco della Provincia di Reggio Emilia e sostenerla aiutandola a reperire i fondi per la messa in sicurezza del ponte sulla strada provinciale 8, che attraversa il rio Sologno, nel comune di Villa Minozzo. Stiamo parlando di una struttura importantissima per la viabilità in Appennino che non può e non deve essere abbandonata”.

Così il vicecapogruppo della Lega Nord in Regione Emilia Romagna, Gabriele Delmonte, interviene puntando l’attenzione sul ponte di Villa Minozzo.

“Il 12 aprile 2017 – spiega -, i tecnici della Provincia di Reggio Emilia, a cui sono affidati la manutenzione e il controllo della struttura, hanno effettuato un’attività di monitoraggio che ha portato alla chiusura al transito per i mezzi pesanti. Secondo indagini strutturali approfondite condotte dai tecnici provinciali – continua Delmonte – la situazione strutturale del ponte è in continuo aggravamento tanto che per la sua messa in sicurezza sarà necessario un intervento del costo di circa  800.000 euro”.

“Nel contempo – spiega Delmonte – per ridurre i disagi momentanei causati dal divieto di transito per i mezzi pesanti, sarebbe allo studio un’ipotesi per la realizzazione di un guado provvisorio sul rio Sologno, che dovrà però essere valutato dalle autorità idrauliche competenti. Ma al di là di questo – attacca il consigliere leghista -, è evidente a tutti che il divieto di transito ai mezzi pesanti provoca numerosi disagi nonché costi aggiuntivi per le imprese dell’Appennino, i cui autocarri devono intraprendere percorsi alternativi sulle strade di montagna. E se a questo si aggiunge che il ponte sul rio Sologno è solo l’ultimo di una lunga serie di tratte stradali della montagna reggiana abbandonate e in condizioni disastrose, provocando forti disagi a residenti e imprese, la gravità della situazione appare chiara a tutti”.

“A rendere il tutto ancora più complesso – continua – è l’attuale situazione della Provincia che provoca un rimpallo di competenze in merito alla manutenzione stradale fra la stessa, la Regione e i Comuni. Intanto la viabilità appenninica e la condizione delle strade di montagna peggiora di giorno in giorno mettendo a rischio non solo l’economia locale ma la permanenza e la sopravvivenza stessa della popolazione in Appennino”.

“Per questo – conclude Delmonte – invito la Giunta a verificare la situazione di declino strutturale del ponte sul rio Sologno, lungo la strada provinciale 8 e a farsene carico aiutando l’ente provinciale reggiano nel reperire fondi per la messa in sicurezza della struttura. Non possiamo abbandonare la nostra montagna”.