RIDOLFI, RISOLUZIONE PD ‘INSEGUE’ QUELLA DELLA LEGA. POMPIGNOLI: “VOTERÒ A FAVORE PER IL BENE DI FORLI’. LORO FARANNO ALTRETTANTO?”

“Ieri pomeriggio i consiglieri regionali del PD si sono accorti che l’aeroporto Luigi Ridolfi di Forlì non solo esiste ma ‘rischia’ di riaprire. Cosa che minerebbe la loro credibilità politica alla luce dell’immobilismo che fin qui li ha caratterizzati. Ma a questo punto, presi in contropiede e a due giorni dal dibattito in commissione, mantenendo fede al migliore dei copioni, non poteva mancare la stesura e il deposito di una loro risoluzione molto simile alla nostra.”
A dirlo con toni ironici è il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli cha aggiunge: “piuttosto che emendare un testo presentato venti giorni fa dalla Lega, già iscritto all’ordine del giorno della commissione e calendarizzato per la seduta di giovedì, e condividere un obiettivo che non ha colore politico ma che racchiude una valenza strategica trasversale, il Partito Democratico ha preferito elaborare un altro testo per il semplice gusto di respingere il nostro e approvare il loro. Dopo cinque anni di Governo regionale” – continua Pompignoli – “non dovrei più stupirmi della smania di apparire che appartiene ai consiglieri del Partito Democratico e che li spinge a non scendere a compromessi con chi, legittimamente, non la pensa come loro. Nemmeno come in questo caso, quando in ballo c’è il futuro di tutta la Romagna e non la popolarità della Lega. Voglio rassicurare in ogni caso i ‘colleghi’ Zoffoli, Caliandro, Montalti, Ravaioli e Rontini; domani pomeriggio voterò a favore della loro risoluzione e dell’impegno che contiene per la riapertura del Ridolfi perché la Lega agisce nell’interesse di tutti a prescindere dall’attribuzione di un provvedimento. A muoverci non è l’ambizione spasmodica di intestarci una battaglia ma la volontà di fare del bene per Forlì e la Romagna. Il Ridolfi rappresenta un’opportunità che non possiamo lasciarci sfuggire” – conclude il consigliere della Lega – “dopo l’approvazione di questo provvedimento, mi auguro che il Governo giallo-rosso faccia la sua parte e proceda alla sottoscrizione del decreto interministeriale funzionale alla programmazione dei voli per la prossima primavera.”