SANITA’ PARMA. RAINIERI (LEGA): “TEMPI LUNGHI PER VISITE SPORTIVE E VISITE FISIATRICHE”

“La Regione Emilia-Romagna si vanta di avere raggiunto il 99,1 per cento di prestazioni sanitarie che vengono erogate nei termini adeguati e di legge ma almeno per alcune di competenza dell’AUSL di Parma arrivano segnalazioni di tempi molto lunghi”. È quanto ha dichiarato il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega, Fabio Rainieri, riguardo all’interrogazione che ha presentato in Regione sui lunghi tempi per visite prenotate il 16 novembre scorso.
“Per visite medico sportive per minori, comunque prenotate come indicato dall’AUSL entro i due mesi d’anticipo rispetto alla scadenza del certificato in corso di validità, si parla di oltre metà marzo, mentre per una visita fisiatrica pediatrica si dovrebbe andare a novembre 2019 – ha quindi illustrato nel dettaglio il Consigliere regionale leghista – Ricordo che i tempi di legge per questo tipo di visite dovrebbero essere 30 giorni, mentre per gli esami diagnostici 60 giorni. Solo a gennaio di quest’anno il Presidente regionale Bonaccini e l’Assessore regionale alla salute Venturi avevano dichiarato il successo assoluto del piano straordinario per la riduzione delle liste d’attesa che avevamo messo in atto. Questi dati dovrebbero valere solo per le 42 prestazioni per i cui tempi d’attesa l’amministrazione regionale ha previsto il monitoraggio e la relativa pubblicazione dei risultati tra cui rientrano le visite fisiatriche. Forse quello che è pubblicato non è poi così rispondente alla realtà e poi esistono tante altre prestazioni che non sono monitorate, come le visite sportive per i minori, ma che se non erogate nei tempi giusti creano pesanti disagi alle famiglie. Credo pertanto che un intervento della Giunta regionale almeno per capire cosa succede a Parma sia perlomeno opportuno”.