SICUREZZA. RAINIERI E DELMONTE (LN): “RIPRISTINARE ACCESSO PER LE POLIZIE LOCALI A DATABASE DI VEICOLI RUBATI”

Ripristinare con la massima urgenza l’accesso automatico e massivo alla banca dati dei veicoli rubati per le polizie locali. La richiesta arriva con un’interrogazione in Regione Emilia-Romagna della Lega Nord, a firma dei Consiglieri Fabio Rainieri, Vice Presidente dell’Assemblea regionale, e Gabriele Delmonte, Vice Capogruppo.

I due esponenti emiliani del Carroccio spiegano nell’atto ispettivo che diverse polizie locali del territorio regionale non riuscirebbero più a collegarsi da quando è stata inserita sul nuovo sito che gestisce il “Servizio per il sistema informativo interforze” la validazione tramite test captcha:  l’accesso sarebbe consentito esclusivamente attraverso singole interrogazioni senza che sia consentito l’utilizzo di strumenti robotizzati.

“Il collegamento massivo alla banca dati disponibile sul web è assolutamente utile e funzionale per consentire alle Polizie locali di svolgere indagini e più in generale di operare contro l’illegalità – ha evidenziato Rainieri – Questo, almeno fino a quando non verrà concesso alle stesse l’accesso alla banca dati del Viminale SDI, ad oggi accessibile alle sole forze di polizia dello Stato, come da richieste ultradecennali della Regione Emilia-Romagna con diversi atti anche recenti. L’altro ostacolo contro il quale ci battiamo è invece quello per cui secondo il Ministero dello sviluppo economico i comuni devono annualmente  pagare allo Stato i contributi della SCIA per l’installazione delle telecamere di sorveglianza come i privati.

“Se si vuole sostenere una più serrata azione di contrasto dell’illegalità da parte di tutte le pubbliche amministrazioni, soprattutto quelle locali, sarebbe opportuno, oltre che giusto, esentare tali enti da oneri e canoni di concessione o autorizzazione destinati a soddisfare i servizi per la sicurezza pubblica e urbana oltre a a consentire comunicazioni elettroniche inerenti servizi di polizia statali o locali ivi comprese le radiocomunicazioni – ha quindi dichiarato Delmonte – Ricordo peraltro che in Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna abbiamo approvato l’anno scorso all’unanimità una risoluzione che impegna la Giunta regionale a farsi portavoce presso il Governo per garantire l’accesso a costo zero allo SDI ed al Database del Viminale da parte delle Polizie Locali dell’Emilia-Romagna.