STEFANO BARGI (LN): “NIENTE CORSI ANTINCENDIO PER GLI AUTISTI DI SETA? SUBITO PROVVEDIMENTI SUI DIRIGENTI”

“Un autobus a fuoco ogni settimana e per gli autisti di Seta niente corsi anti incendio. Se la segnalazione fosse confermata si tratterebbe dell’ennesimo fatto gravissimo a carico della partecipata. Un fatto inaccettabile che, da solo, richiederebbe le immediate dimissioni di tutti i vertici. Nessuna preparazione sul campo significa meno possibilità di intervenire in modo efficace anche per prestare eventuale soccorso ai passeggeri. E con il susseguirsi degli incidenti degli ultimi tempi equivale a mettere consapevolmente a repentaglio la vita degli utenti”.
Stefano Bargi, consigliere regionale Lega Nord, interviene dopo l’ennesimo episodio di incendio a bordo di un mezzo Seta segnalando una grave carenza nella preparazione degli autisti della partecipata che, a quanto risulta, non sarebbero formati per fare fronte alle fiamme nè per mettere in atto le operazioni di primo soccorso. Sulla questione il consigliere ha depositato questa mattina una interrogazione in Regione.
“In data 24 maggio 2018 si è verificato a Modena, su via Emilia Est, l’ennesimo episodio di autobus in fiamme”, spiega Bargi “Si tratta, solo nell’ultimo mese, del quinto episodio di autobus bruciato a Modena e che, solo per pura coincidenza, non ha provocato gravi danni fisici alle persone presenti”. Lo scorso 9 maggio abbiamo già presentato un’interrogazione “per sapere le ragioni della disastrosa situazione”, aggiunge “ma ora abbiamo ricevuto segnalazioni di un fatto ancora più grave: da diversi anni ormai, Setaa Modena non organizzerebbe per i suoi autisti i corsi antincendio e di pronto soccorso previsti dalla vigente normativa in materia di sicurezza del lavoro”.
Per questo Bargi ha depositato una interrogazione in Regione per conoscere “le ragioni del mancato svolgimento dei corsi antincendio e di pronto soccorso per gli autisti dei mezzi a Modena e quali urgenti iniziative ed eventuali sanzioni alla dirigenza di Seta la Regione intenda intraprendere per porre rimedio a tale situazione”.