Tari. Al via gli aumenti in bolletta. Lega convoca in Regione i vertici di Atersir. Marchetti / Pompignoli (LN): “Giustifichino i rincari. Cittadini e Amministrazioni ignorate”

Sono state depositate in mattinata le due richieste sottoscritte dal Carroccio di convocazione di una Commissione straordinaria per fare chiarezza sugli aumenti ingiustificati del tributo Tari. I consiglieri Daniele Marchetti e Massimiliano Pompignoli, firmatari delle due istanze, sollecitano la presenza dei vertici di Atersir e dell’Ass.re regionale Paola Gazzolo per “fare chiarezza una volta per tutte” e “giustificare senza tanti giri di parole le ragioni di questi rincari”.

Pompignoli, Presidente della Commissione Bilancio e Affari Istituzionali annuncia l’intenzione di convocare la propria Commissione “il prima possibile” anche in virtù “delle proteste bipartisan che stanno animando i territori e dell’intenzione di Sindaci e Amministratori locali di ricorrere al Tar. Non possiamo aspettare oltre” – sottolinea l’esponente della Lega Marchetti – “Atersir ha deliberato questi aumenti senza spiegarne i motivi ma le ricadute di questo provvedimento si avranno esclusivamente nelle tasche dei nostri cittadini. Mi sembra quindi il minimo che i vertici dell’Agenzia Territoriale dell’Emilia Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti intervengano in Commissione per fornire pubbliche spiegazioni e dare un “nome” ai motivi di questi rincari”.

Oltre al Presidente del consiglio d’ambito di Atersir, Tiziano Tagliani (Sindaco di Ferrara) la Lega sollecita la presenza anche dell’Ass.re regionale Paola Gazzolo: “le responsabilità di questa Giunta sono evidenti. Non si può predicare la sostenibilità e la premialità dell’esercizio di differenziazione dei rifiuti urbani, per poi voltare le spalle ai cittadini e avvallare scelte come questa.”